Allevamento amatoriale di scottish fold e scottish straight

alle porte di Milano


Siamo un piccolo allevamento amatoriale e ci troviamo a Casorate Primo in provincia di Pavia (vicinissimi a Milano).
Alleviamo questi meravigliosi gatti da quattro anni e poniamo dinanzi tutto il loro benessere ecco perche' non sempre siamo forniti di cuccioli. Per noi la salute delle nostre tate viene al primo posto e vogliamo che i nostri cuccioli crescano sani e crescano a contatto con noi, e come potrebbe essere diversamente ? dolcissimi ed affettuosi come sono li cresciamo come membri della nostra famiglia.
Ecco perche' dedichiamo alle nostre "tate" tutta la cura necessaria, perche' il loro benessere e' per noi molto importante ed e' cosa necessaria affinche' siano sempre sane e lontane da malattie o da parassiti.
Tutte le nostre "tate" hanno eseguito i test del PKD/PRA, e FIV/FELV risultando negative e tutti i cuccioli del nostro piccolo allevamento, a garanzia della purezza della razza, vengono rilasciati con albero genealogico certificato dall'AFI (pedigree).


Vi auguriamo una piacevole permanenza nel nostro sito

la  razza

e' una varieta' di gatto originaria della Scozia ed i primi esemplari risalgono al 1961,
Il manto, puo' essere di un'ampissima varieta' di colori anche se i piu' comuni sono grigi (tecnicamente si dice "blu" per il grigio scuro e "lilac" per quello piu' chiaro). Questa tipologia di gatto si caratterizza per avere le orecchie piegate (fold in inglese).

Il carattere

Ha un carattere socievole e giocoso anche in eta' adulta e viene spesso consigliato per i bambini. Si affeziona al suo umano al punto da seguirlo sempre e ama dormire insieme a lui Abile cacciatore, resiste bene alle basse temperature ed e' adatto alla vita in appartamento. Gioca con piccoli oggetti che tende a nascondere.

nozioni

Il gene delle orecchie piegate e' autosomico dominante a penetranza incompleta, pertanto e' assolutamente vietato accoppiare due scottish fold, in quanto il gene in omozigosi e' deleterio. E' buona norma che gli accoppiamenti avvengano sempre con soggetti con le orecchie dritte per evitare gravi problemi di salute e malformazioni alle articolni o alla coda.

Un nuovo amico in casa

Per chi non ha esperienza, ecco una breve guida di aiuto per accogliere un cucciolo in casa.

Il gattino appena arrivato nella nuova casa deve iniziare a conoscere il territorio prima di avventurarsi e quindi per i primi uno o due giorni, lascialo in una stanzetta della casa o in alternativa nel bagno dove avrai messo la vaschetta con la sabbietta, il tiragraffi, la cuccia ed i suoi giochini oltre all' acqua ed al cibo (non troppo vicini alla sabbietta).

Per i primi giorni metti nella cuccetta del cucciolo un oggetto proveniente dalla casa da cui arriva, sentira' meno la mancanza dei suoi fratellini e della sua mamma.

Il gattino iniziera' a conoscere l'ambiente e proprietari con l'olfatto, allo scopo ti consiglio per il primo giorno in casa di indossare una maglietta da utilizzare successivamente come coperta nella sua cuccia, imparera' a conoscerti sentendosi confortato.

NB.

Tutti i giocattoli cosi' come il tiragraffi devono ovviamente essere adatti ai gattini.

I cuccioli di quella eta' sono dei temerari e potrebbero farsi male cadendo dal tiragraffi se molto alto,  senza contare che potrebbero salirci senza poi riuscire

a scendere.

Mi raccomando di non sforzarlo ma di incuriosirlo e di distrarlo con i suoi giochini, dagli il tempo necessario di abituarsi e non dimenticare che fino al giorno prima era insieme ai suoi fratellini ed alla sua mamma. 

Riempilo di coccole ma non accarezzarlo se non vuole, cerca di passare piu' tempo possibile insieme a lui in modo che la tua presenza possa confortarlo e che non si senta ansioso perche' rimane da solo, sdraiati a terra, per ridurre la tua altezza e sembrare meno minaccioso, lascia che ti annusi, che cammini intorno a te, che si strofini o persino salga su di te. Deve imparare a conoscerti insieme al nuovo ambiente, sii paziente prima di iniziare ad abbracciarlo o prenderlo in braccio.

Evita di guardare il gatto negli occhi, perche' fissare e' un segnale di aggressivita' nel linguaggio dei felini. Osservalo con la coda dell'occhio e assicurati di sbattere regolarmente le palpebre, per non innervosirlo.

Se hai bimbi, spiega loro che il piccolo ha bisogno di tempo e spazio per ambientarsi, accompagnali quando vanno a vedere il cucciolo e per brevi periodi.

Fagli offrire del cibo o fagli portare la ciotola del cibo al gattino per farli sentire partecipi.

Chiedi ai bambini di fare silenzio e restare fermi nella stanza del gatto, di sedere per terra e aspettare pazientemente che sia l'animale ad avvicinarsi.

Non permettere ai bambini di tirare la coda, le orecchie, le zampe o i baffi del gatto e di trattarlo come se fosse un giocattolo.

           

Attenzione

Acluni avvertimenti NB. non fissare il gatto nel suo nascondiglio perche' si sentirebbe minacciato, insegna ai bambini a rispettare il linguaggio del corpo dell'animale. S il gatto soffiasse, inarcasse la schiena o spalancasse gli occhi, mostrerebbe il suo spavento.

Spiega ai bambini che quando notano atteggiamenti simili, devono allontanarsi e lasciare al gattino una via di fuga verso il suo nascondiglio.

Prepara molti nascondigli (ad esempio i gatti adorano le scatole), i nascondigli gli serviranno per nascondersi quando ne sentira' il bisogno ed in questo modo si sentira' piu' al sicuro e trovera' un poco alla volta il coraggio di esplorare fino a diventare il padrone assoluto di casa.

PRESTA ATTENZIONE AL CIBO, ecco un elenco di alcuni cibi da non dare ai gatti, successivamente potrai tranquillamente cercare approfondimenti su internet.

Evita Ossa e scarti, cipolle, aglio, pomodori verdi e patate crude, avocado, uva e uvetta, tutti i cibi contenenti xilitolo, funghi, fegato, noccioli di pesche e albicocche, caffe', caramelle, dolciumi e zucchero raffinato, snack salati, noci macadamia, cibi piccanti, alimenti troppo freddi, scaduti o avariati, olive con nocciolo e non per ultimo non date cibi fritti.

NB. Evita il latte, il gatto non e' in grado di digerire il lattosio pena forti diarree e malesseri digestivi (fa eccezione il latte di capra).

Se in casa vostra vi e' uno spazietto piccolo state tranquilli che lui ci andra', quindi state attenti ai cassetti, all'armadio ed a tutte le piccole insenature che possono esserci in casa compreso l'accostamento tra i cuscini del divano o dove passa lo scarico del bidet (posizionate un tampone in modo che non ci possa entrare, pena la chiamata all'idraulico per farlo uscire). State attenti alle prese di corrente dove potreste aver posizionato fornelletti per le zanzare o deodoranti.

Il gatto e' un animale molto curioso quindi state attenti a pesticidi in particolare quelli a base di permentina e derivati, topicidi, detergenti, Gigli (fiore sicuramente bello ma anche una delle principali cause d'intossicazione per i gatti); Xilitolo; Uvetta, frutta candita e cioccolato, alimenti fritti.

NB. Assolutamente da evitare l'ammoniaca e presta attenzione quando usi prodotti analoghi al CIF.

 

 

 

CONTATTI

 cell +39 338 1747062

          +39 334 927 5236

 mail: piccolimusettiscottish@hotmail.com

   fb  Piccoli Musetti